martedì 16 gennaio 2018

“Monomania”, il campione del mondo Alessio Pardini oggi “sente” anche la vittoria

Alessio Pardini, viareggino classe 1990, coach nella vita di tutti i giorni nonché fresco vincitore del titolo iridato Melges 32 Corinthian (non professionisti), oggi "sente" anche la vittoria. E, forte di questa sicurezza, debutterà domani al timone del J-70 "Etruria Sailing Team" di Laura Comini a Varazze (Savona), in occasione di "Monomania", campionato invernale monotipo organizzato, nell’ambito della kermesse “44Winter”, dal Comitato Circoli Nautici del Ponente in collaborazione con il Marina di Varazze e il supporto di FIV e UVAI.

All’ospedale San Carlo di Potenza il servizio online LIS per i pazienti sordi

Nell’ospedale San Carlo di Potenza sarà attivato un servizio on-line di comunicazione in Lis (Lingua dei segni italiana ) per i pazienti sordi che hanno bisogno di un interprete nei rapporti con il personale sanitario: nella struttura saranno disponibili quattro dispositivi mobili nei reparti, e tre fissi (nel Cup, nel pronto soccorso e nell’Urp), da cui accedere a un interprete per esigenze immediate o con appuntamento.

Ecco come nasce il cantiere dei sogni con un sordocieco

La pedagoga Patrizia Ceccarani è il direttore scientifico della Lega del Filo d'Oro «Siamo nati perché con questi ragazzi la frase tipo era non c'è nulla da fare». Come un marinaio che non riesce a restare molto sulla terra ferma dopo essere sbarcato, prima che l'urgenza di tornare in mare aperto prenda il sopravvento.

Istruzione dei bambini sordi nel mondo, parte la "gara di buone idee"

Si chiama "Sign on for literacy Prize" e si presenta come "una grande sfida per lo sviluppo": è una grande competizione internazionale per innovazioni tecnologiche in grado di incrementare l'accesso alle lingue dei segni locali nel mondo. Oggi solo il 2% dei bambini sordi riceve un'educazione in lingua dei segni.

domenica 14 gennaio 2018

L'interprete LIS: alle origini di una professione misconosciuta

Inizialmente erano gli stessi familiari o gli educatori udenti a ricoprire il ruolo di “interpreti”.  Il Cratilo di Socrate rappresenta la più antica testimonianza del fatto che i sordi si esprimono da sempre in segni. Gli stessi educatori tra cuil'Abate de l'Epée, Pedro Ponce de León e Tommaso Silvestri hanno affermato di aver appreso i segni proprio dai loro allievi sordi, di averne creati di nuovi e di averli usati come metodo didattico per favorire l’apprendimento delle parole. 

lunedì 8 gennaio 2018

La sfida di Marianna per Sanremo Young: canta con la voce e le mani

La sfida di Marianna per Sanremo Young: canta con la voce e le mani . A Sanremo Young la diciassettenne di Abbiategrasso si propone con il linguaggio dei segni

lunedì 1 gennaio 2018

Pancalli "2017 storico, allarghiamo la base"

Un anno storico va in archivio, un nuovo anno parte con grandi ambizioni. Luca Pancalli, presidente del Comitato italiano paralimpico dal 2000, saluta un 2017 pieno di soddisfazioni e guarda al futuro con una fiducia giustificata dalla rapida e inarrestabile crescita del Cip. “È stato un anno intenso ed entusiasmante, pieno di successi e novità importanti per il movimento paralimpico - ricorda all'Italpress il numero uno del Comitato - Non era scontato.