mercoledì 11 aprile 2018

L'abbattimento delle barriere della comunicazione

Ruvo di Puglia. Un'aula su misura per i bimbi audiolesi alla San Giovanni Bosco. Alla Rubini sono state eliminate tutte le barriere architettoniche

Ultimati nei giorni scorsi due interventi nelle scuole dell'infanzia "Rubini" e primaria "S.G.Bosco".

Alla Rubini sono state eliminate tutte le barriere architettoniche mediante la realizzazione di una doppia rampa per carrozzine; il percorso ha interessato sia l'ingresso all'immobile che l'adiacente viabilità pedonale esterna.

lunedì 9 aprile 2018

Istituto per sordi. Per risparmiare venti stipendi smontano un servizio d'eccellenza

L’Istituto Statale dei Sordi di Roma è arrivato alla sua ultima fermata e noi lavoratori siamo stati invitati a scendere. Il lavoro, la dedizione, la professionalità e il lungo precariato di 20 lavoratori co.co.co., sordi e udenti, non sono infatti stati presi in alcun modo in considerazione dal Regolamento di riordino dell’Ente, di cui eravamo in attesa da 17 anni e che è ormai giunto alla sua fase conclusiva.

Lo sport dei sordi

Convegno a Cuneo: "Atleti Domani -Sport e Disabilità” .
Continua il lavoro di sensibilizzazione sullo sport e la sordità da parte dei fratelli Loris e Katia Beltrando (maestri di sci di fondo di Vinadio) che hanno tenuto, su incarico del CIP e CONI Piemonte, presso la sala conferenza della Fondazione CRC di Cuneo, una lezione sulla materia ai partecipanti del corso “Atleti Domani -Sport e Disabilità”.

sabato 31 marzo 2018

Lis, lingua dell'integrazione per i ragazzi dei "corridoi"

L'accoglienza diventa più facile nel paese dove fin da bambini si parla la lingua silenziosa dei segni. Così un mese dopo l'arrivo in Italia dai campi profughi dell'Etiopia, una famiglia eritrea considerata vulnerabile - madre e 5 figli piccoli di cui uno sordomuto - ha cominciato una nuova vita nel profondo nord con buone probabilità di integrazione.

sabato 10 marzo 2018

Corso Lingua dei Segni Italiana nelle scuole.

Corso di Linguaggio Lis nelle scuole. Eurosofia ha attivato un percorso sperimentale di orientamento per alunni e docenti per veicolare l’abbattimento delle barriere comunicative Il linguaggio Lis non è mai stato inserito nei programmi scolastici sebbene possa rappresentare una possibilità non solo di miglioramento della qualità della vita degli alunni non-udenti, ma per creare aggregazione attraverso una nuova sperimentazione condivisa. Inserire una lingua dei segni consente di dialogare con persone sorde senza relegarle ad una dimensione ghettizzante, ma consentendo una comunicazione fluida e l’arricchimento reciproco.

sabato 3 marzo 2018

Giornata dell’udito, la storia della piccola Viola uscita dal suo mondo silenzioso


“Così è rinata con l’impianto cocleare”. Un’aretina racconta quanto vissuto con la figlia, affetta da ipoacusia profonda.
Sabato 3 marzo, ricorre il terzo World Hearing Day, la Giornata Mondiale dedicata alla cura dell’udito, promossa ogni anno dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dai Governi. Il tema del 2018 è tutto proiettato al domani: “Hear the Future” è lo slogan lanciato dall’Oms per accendere i riflettori sul fatto che un numero sempre crescente di persone accusi problemi all’udito.

Il 3 Giornata dell'udito, nascono duemila bimbi sordi l'anno

Ogni anno nascono in Italia duemila bambini sordi o con gravi problemi all'udito. Se questi disturbi non vengono individuati subito e trattati, il rischio è che diventino penalizzanti, nonostante esistano terapie che consentono ai bambini affetti da sordità congenita di condurre una vita normale. Lo screening neonatale, la logopedia e le protesi sono le vie attraverso cui affrontare l'ipoacusia senza paura.