giovedì 10 agosto 2017

Famiglia di sordi salvata dal gatto

Si chiudono fuori, mandano sms ai vigili del fuoco, ma quando arrivano il gatto si era già attacato alla maniglia per aprire da dentro. "Martedì 25 luglio, stavo rientrando a casa, e come sempre, ho inserito la chiave nella porta, ma si è bloccata all'interno, Non apriva e non riuscivo neanche più a toglierla. La mia famiglia era fuori e in casa non c'era nessuno. 

La lingua dei segni: un’importante opzione di accessibilità

Parlare di accessibilità è sempre un buon punto di partenza per considerare smussabili le barriere fisiche e comunicative presenti oggi nei contesti in cui viviamo
Soprattutto se si prendono in considerazione gli ambienti sanitari, dove alla necessità di affrontare determinate problematiche di salute, non dovrebbero aggiungersi ulteriori difficoltà.

"Ascoltare i volti" Gli stati d'animo attraverso le voci

Uno studio del CiMeC mostra il collegamento tra i circuiti visivo e uditivo che consente di estrarre informazioni rilevanti. Capire stato d'animo, età, genere e intenzione non leggendo le espressioni del volto tramite la vista, ma attraverso l'udito. "

lunedì 31 luglio 2017

Gli eventi dei giochi olimpici dei sordi a Samsun in Turchia

La raccolta dei notiziari e delle conquiste olimpioniche dalle reti pubbliche sugli eventi e risultati dei Giochi Olimpici dei Sordi a Samsun in Turchia dal 18 al 30 luglio 2017.

giovedì 27 luglio 2017

Sveva e la sua corsa verso il futuro.

"Non sappiamo come sia riuscita a salvarsi, poteva morire da un momento all'altro".
Così dissero i medici del Meyer di Firenze quando, dopo pochi giorni, visitarono Sveva. Questa bellissima bambina di 3 anni di Porto Recanati (MC) è nata con le coane chiuse, gravi problemi cardiaci, una malformazione alla gola che non le lasciava passare l'aria: la fessura era grande come uno spillo.

mercoledì 26 luglio 2017

La "Citta' dei sordi", un villaggio virtuale per conoscerne storia e cultura

«Benvenuti nella città dei sordi». Benvenuti nella città che azzera le differenze, che prova a creare legami, che vuole far conoscere a tutti, in particolare ai più giovani, la cultura e l’identità sorda. Un luogo virtuale in cui scoprire la storia dell’Ente Nazionale Sordi e delle più importanti organizzazioni di sordi, in cui poter approfondire i temi legati alla sordità, la storia delle persone sorde ed altro ancora.

mercoledì 19 luglio 2017

Riconoscimento della Lis, "legge approvata al Senato entro 2 settimane"

Riconoscimento della Lis, "legge approvata al Senato entro 2 settimane"
Durante gli Stati Generali sulla condizione delle persone sorde, organizzati dall’Ente Nazionale Sordi, il senatore Francesco Russo ha annunciato l’approvazione della legge sulla Lis. "L’approvazione è in calendario. Se non sarà approvata nelle prossime due settimane, sarà il primo provvedimento approvato a settembre"
Stati generali persone sorde, Ens chiede “accertamenti uguali in tutta Italia”, "I sordi possono fare tutto, tranne sentire": a Roma gli Stati generali. Oltre 800 persone sorde in aula per imparare la cultura digitale. E nasce la "città virtuale"

“La legge sul riconoscimento della lingua italiana dei segni e sull’abbattimento delle barriere comunicative sarà approvata al Senato entro due settimane”. A dirlo è Francesco Russo, membro Commissione permanente Affari Costituzionali del Senato, che da mesi si batte in Parlamento per far passare la norma. “Abbiamo costruito questo provvedimento con le persone sorde”, ha affermato durante gli Stati Generali sulle persone sorde organizzati questa mattina a Roma dell’Ente Nazionale Sordi.

“Abbiamo combattuto una battaglia in aula. Adesso l’approvazione è in calendario. Se non sarà approvata nelle prossime due settimane, sarà il primo provvedimento approvato a settembre. Questa legge ha avuto molti nemici. C’è un problema culturale in Italia che riguarda anche i membri di un ambiente come quello del Parlamento che dovrebbe esserne immune. Abbiamo passato due mesi a spiegare che la Lis è una lingua e non un linguaggio e che la guerra culturale con oralisti non ha motivo di essere. La lingua dei segni non toglie ma dà pari dignità a tutti i cittadini. Dare più diritti fa fare un passo in avanti a tutta la società”.

Russo ha poi commentato l’approvazione di un emendamento che salva l’ISSR, Istituto Statale Sordi di Roma a rischio chiusura da mesi. “Questa notte abbiamo approvato l’emendamento che permetterà di risolvere i problemi dell’ISSR, una eccellenza del nostro Paese”.

Anche per Federica Chiavaroli, sottosegretario di Stato per la Giustizia, ormai è solo questione di giorni e la legge sulla Lis sarà approvata. “Siamo riusciti a spiegare al Parlamento che le persone sorde hanno l’esigenza di abbattere le barriere di comunicazione con il mondo esterno. Ma anche il tema della rappresentanza è fondamentale. La politica deve farsi carico di quelli che sono dei disabili invisibili. Noi vogliamo renderli visibili, è il nostro compito”.

Per Elena Carnevali della Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati: “la prima integrazione passa per la scuola. La nostra battaglia deve essere quella di aiutare chi ha una disabilità sensoriale all’interno delle scuole. È una battaglia doverosa e giusta. Non possiamo dimenticare, poi, che le persone sorde sono più discriminate delle altre nel mercato del lavoro. Dobbiamo abbattere tutte le barriere alla comunicazione e all’accesso al lavoro”.

Secondo i dati raccolti dall’Ens, nel 2014 le persone sorde disoccupate erano 3202 disoccupati. La Sicilia è la regione con più disoccupazione, seguita da Lazio, Campania, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna. Francesco Bassani, vice presidente nazionale Ens, ha spiegato: “Abbiamo chiesto che durante i colloqui di lavoro sia presente un interprete e che i corsi di formazione siano accessibili anche alle persone sorde attraverso il servizio di interpretariato gratuito. Il ministro Polletti ha accettato le nostro richieste e ci aspettiamo di vedere presto i primi risultati positivi”.

Per Franco Bettoni, presidente nazionale Fand, Federazione tra le Associazioni Nazionali delle Persone con Disabilità, “Solo una persona disabile su quattro trova lavoro in Italia. Non basta solo una legge, ci vuole una cultura nuova sul mondo del lavoro. Le disabilità sono diverse ma le persone sorde sono uguali agli altri lavoratori”.
Fonte: redattoresociale.it



«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini