giovedì 15 giugno 2017

Sordità e ipoacusie infantili. Sentire bene per comunicare meglio. Un evento formativo per apprendere come intervenire precocemente.

I bambini con sordità o altri gradi deficit uditivo congeniti posseggono tutte le predisposizioni alla comunicazione che sono tipiche della specie umana. Per apprendere il linguaggio in modo naturale è tuttavia necessario accedere precocemente ad un’esperienza sonoro - verbale e avere un modello di riferimento linguistico.

Lingua dei segni: come comunicare al paziente con disabilità uditiva

Un corso di Unid Sicilia ha affrontato per la prima volta la comunicazione tra l’igienista dentale e il paziente con disabilità uditiva, insegnando ai partecipanti il lessico base della lingua dei segni, focalizzata sul settore della salute orale

mercoledì 7 giugno 2017

Sara Giada Gerini: “Sono sorda ma parlo. Ecco la mia iniziativa di civiltà”

“Anche i sordi parlano. Molte persone non lo sanno. Sono qui per dimostrarlo”. Sara Giada Gerini, di Cagliari, 37 anni, ieri sera ha partecipato, al Teatro Alighieri di Ravenna, al Gran Galà organizzato dall’associazione “L’Orecchio Magico” e dall’Accademia di danza Cecchetti nel decennale della onlus.

A Praga il secondo incontro europeo dei sordi cattolici. “Condivisione e incoraggiamento reciproco”

“Il nostro appuntamento è molto importante per la vita dei sordi. È espressione di un desiderio di unità con la Chiesa, di fedeltà a Gesù Cristo e alla Chiesa, ma anche alla missione battesimale della diffusione della fede”. Questo messaggio arriva da Praga, dal secondo incontro europeo dei sordi cattolici (12-15 maggio 2017) di cui ha dato notizia (19 maggio, n.d.r.) il sito dell’arcidiocesi. 

lunedì 22 maggio 2017

Palermo, otoneurologi a conclave. Sordi veri e sordi per scelta

“L’otoneurologo Oggi tra Ricerca e Legislazione “ è un convegno nel quale però le relazioni sono svolte prevalentemente da  professionisti di altre specialità Un po’ come dire che desideriamo superare il concetto di  congresso dove “noi ce la cantiamo e ce la suoniamo” e viceversa ci mostriamo aperti a  nuovi punti di vista.

domenica 21 maggio 2017

Lingua dei Segni Italiana: Panizza, ora colmato il ritardo del nostro paese.

“Il riconoscimento della lingua dei segni per i sordi è essenziale per garantire a tutti il pieno accesso al sacrosanto diritto di ciascuno di potersi esprimere nella propria lingua.”

Così intervenendo in aula nella discussione sul provvedimento per la lingua dei segni italiana, il segretario politico del Patt e vicepresidente del Gruppo per le Autonomie, sen. Franco Panizza.

venerdì 19 maggio 2017

Ddl su lingua dei segni: verso riconoscimento LIS, dice Fasiolo (PD)

Laura Fasiolo del Pd in riferimento al ddl sulla lingua dei segni, che verrà approvato martedì prossimo (23 maggio).

"Anche se con imperdonabile ritardo, possiamo allinearci agli altri Paesi europei dando riconoscimento alla lingua dei segni italiana e alla LIS tattile.