lunedì 15 maggio 2017

Rai, sottotitoli per sordi a Tg tedesco

L'assessora provinciale alla sanità ed alle politiche sociali, Martha Stocker, esprime la propria soddisfazione per il passo in avanti fatto che la sede Rai di lingua tedesca di Bolzano, dal marzo scorso, ha provveduto alla sottotitolazione delle notizie dell'edizione delle ore 20 del Tagesschau, il telegiornale locale in lingua tedesca.

mercoledì 10 maggio 2017

Turismo accessibile, Siracusa e Noto anche in video-lis

Siracusa sempre più accessibile: arriva infatti la nuova video-guida anche in LIS (tradotta dall’interprete professionista Viviana Aprile) per Siracusa e Noto utilizzabile da tutti, sia dalle persone normodotate sia da quelle con disabilità di diverso tipo. Questi video costituiscono un’implementazione del precedente progetto “Siracusa e Noto anche in Lingua dei Segni” (sviluppato soltanto con supporti cartacei)

Chi è l’udente

«Ho deciso di proporre una serie di ritratti fotografici di persone sorde in primo piano tra le quali, però, vi è anche una persona udente, il tutto per far capire se e quali siano i piccoli dettagli che fanno la differenza»: così Giacomo Albertini, fotografo e laureato in architettura, persona sorda che da alcuni anni lavora sulla fotografia sociale, dedicandosi in particolare alla disabilità e alle malattie rare, presenta il proprio interessante progetto intitolato appunto “Facce da sordi”, che si concretizzerà nei prossimi giorni nell’omonima esposizione di Reggio Emilia

Michelangelo Villa, il cestista sordo

«Io non mi sento diverso dagli altri». Michelangelo Villa ha una grande passione: il basket. E una piccola limitazione: la sordità. Dismessi i panni del disegnatore elettrotecnico in azienda a Grassobbio, scende in campo e si allena due o tre volte a settimana. La sordità non limita Michelangelo.

venerdì 5 maggio 2017

Fiadda Teatro: “L’incubo di Orlando” a Corciano, il ricavato ad un progetto di musicoterapia

Si rinnova, non perde lo smalto e fa spazio ai giovani il gruppo di FIADDA teatro, che con continuità, propone spettacoli teatrale sotto la guida dallo storico maestro Domenico Madera. L’associazione delle famiglie di ragazzi non udenti coltiva veri e propri attori che, attraverso protesi acustiche e impianti cocleari, arginano il proprio limite superandolo, arrivando a recitare come veri attori.