giovedì 15 giugno 2017

Sordità e ipoacusie infantili. Sentire bene per comunicare meglio. Un evento formativo per apprendere come intervenire precocemente.

I bambini con sordità o altri gradi deficit uditivo congeniti posseggono tutte le predisposizioni alla comunicazione che sono tipiche della specie umana. Per apprendere il linguaggio in modo naturale è tuttavia necessario accedere precocemente ad un’esperienza sonoro - verbale e avere un modello di riferimento linguistico.

Lingua dei segni: come comunicare al paziente con disabilità uditiva

Un corso di Unid Sicilia ha affrontato per la prima volta la comunicazione tra l’igienista dentale e il paziente con disabilità uditiva, insegnando ai partecipanti il lessico base della lingua dei segni, focalizzata sul settore della salute orale

mercoledì 7 giugno 2017

Sara Giada Gerini: “Sono sorda ma parlo. Ecco la mia iniziativa di civiltà”

“Anche i sordi parlano. Molte persone non lo sanno. Sono qui per dimostrarlo”. Sara Giada Gerini, di Cagliari, 37 anni, ieri sera ha partecipato, al Teatro Alighieri di Ravenna, al Gran Galà organizzato dall’associazione “L’Orecchio Magico” e dall’Accademia di danza Cecchetti nel decennale della onlus.

A Praga il secondo incontro europeo dei sordi cattolici. “Condivisione e incoraggiamento reciproco”

“Il nostro appuntamento è molto importante per la vita dei sordi. È espressione di un desiderio di unità con la Chiesa, di fedeltà a Gesù Cristo e alla Chiesa, ma anche alla missione battesimale della diffusione della fede”. Questo messaggio arriva da Praga, dal secondo incontro europeo dei sordi cattolici (12-15 maggio 2017) di cui ha dato notizia (19 maggio, n.d.r.) il sito dell’arcidiocesi.