mercoledì 11 aprile 2018

L'abbattimento delle barriere della comunicazione

Ruvo di Puglia. Un'aula su misura per i bimbi audiolesi alla San Giovanni Bosco. Alla Rubini sono state eliminate tutte le barriere architettoniche

Ultimati nei giorni scorsi due interventi nelle scuole dell'infanzia "Rubini" e primaria "S.G.Bosco".

Alla Rubini sono state eliminate tutte le barriere architettoniche mediante la realizzazione di una doppia rampa per carrozzine; il percorso ha interessato sia l'ingresso all'immobile che l'adiacente viabilità pedonale esterna.


Nella "S.G.Bosco" invece, su segnalazione del Dirigente scolastico e della famiglia di una piccola studentessa, è stata creata un'aula didattica insonorizzata per bambine e bambini audiolesi: alle pareti della stanza sono stati applicati dei pannelli in fibra di poliestere, leggeri e resistenti al fuoco, e senza l'utilizzo di FAV (fibre artificiali vetrose, lane di vetro e lane di roccia) o formaldeide, evitando così ogni possibilità di dispersione di polveri inalabili in ambiente.

I due interventi sono stati realizzati con fondi di bilancio comunale; in entrambi i casi, per i materiali utilizzati, le colorazioni e l'illuminazione, sono state adottate soluzione volte a mitigare l'impatto estetico e a rendere gradevoli gli ambienti.

"Ringrazio a nome di tutta la comunità, i due piccoli studenti grazie ai quali sono stati realizzati questi lavori – ha detto il sindaco Pasquale Chieco – per la dedizione con cui fino a ora hanno frequentato la scuola pur tra le difficoltà e per averci stimolato a rendere queste due scuole più belle e più accoglienti non solo per loro, ma anche per i bimbi che le frequenteranno negli anni a venire: a questi due giovanissimi cittadini il più affettuoso augurio di ore felici da passare nella loro scuola."
Fonte: ruvoviva.it

PER SAPERE DI PIU'
Risoluzione delle barriere comunicative 



«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

1 commento:

  1. FIVRA (Fabbriche Isolanti Vetro Roccia Associate), l’associazione dei principali produttori di lane minerali (lana di roccia e lana di vetro per isolamento), segnala che l’articolo in questione,
    contiene alcune inesattezze.
    Innanzitutto, si ricorda che le lane minerali disponibili sul mercato sono assolutamente sicure, sia nella produzione, sia nell’utilizzo, sia a fine vita, come ricordano le Linee Guida sulle Fibre Artificiali Vetrose, approvate il 10 novembre 2016 dalla Conferenza Stato/Regioni su indicazione del Ministero della Salute (cfr. http://www.fivra.it/it/approfondimenti/27_fibre-artificiali-vetrose-fav-aggiornamento-delle-linee-guida-del-ministero-della-salute). Le lane minerali sono infatti bio-solubili, ovvero vengono velocemente smaltite dall'organismo, anche qualora diano origine a polveri inalabili.
    Inoltre, le lane minerali sono i materiali isolanti più utilizzati al mondo grazie all’ineguagliato mix di prestazioni che offrono (protezione dal freddo, dal caldo, dal rumore, dal fuoco).
    In particolare, le lane minerali hanno la migliore possibile reazione al fuoco (Euroclasse fino alla A1, ovvero incombustibile) mentre la fibra di poliestere è un materiale combustibile (Euroclasse di reazione al fuoco B-s2,d0). E' dunque errato sostenere che la fibra di poliestere sia resistente al fuoco.
    Per questi motivi, vi chiediamo di correggere il suddetto articolo, ad esempio nel seguente modo:
    "Nella "S.G.Bosco" invece, su segnalazione del Dirigente scolastico e della famiglia di una piccola studentessa, è stata creata un'aula didattica insonorizzata per bambine e bambini audiolesi: alle pareti della stanza sono stati applicati dei pannelli in fibra di poliestere, leggeri e resistenti al fuoco, e senza l'utilizzo di formaldeide, evitando così ogni possibilità di dispersione di polveri inalabili in ambiente".

    RispondiElimina